Da una parte abbiamo i consumatori critici, che cercano prodotti etici e compatibili; dall'altra si trovano i piccoli produttori che fanno fatica a trovare un mercato, nonostante la bontà dei loro prodotti. E allora, facciamoli incontrare!
gruppo_acquisto_solidale

Anche a Santa Silvia è presente un GAS per l'acquisto di frutta e verdura, carne e altri generi alimentari, prodotti per la casa.

Se sei interessato a partecipare, manda una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 


 

COSA SONO I GAS?
Un Gruppo d'Acquisto Solidale è formato da un insieme di persone che decidono di incontrarsi per acquistare all'ingrosso prodotti alimentari o di uso comune, da ridistribuire tra loro.

SI MA... PERCHE' SI CHIAMA SOLIDALE?
Un gruppo d'acquisto diventa solidale nel momento in cui decide di utilizzare il concetto di solidarietà come criterio guida nella scelta dei prodotti. Solidarietà che parte dai membri del gruppo e si estende ai piccoli produttori che forniscono i prodotti, al rispetto dell'ambiente, ai popoli del sud del mondo e a coloro che - a causa della ingiusta ripartizione delle ricchezze - subiscono le conseguenze inique di questo modello di sviluppo.

PERCHE' NASCE UN GAS?
Ogni GAS nasce per motivazioni proprie, spesso però alla base vi è una critica profonda verso il modello di consumo e di economia globale ora imperante, insieme alla ricerca di una alternativa praticabile da subito. Il gruppo aiuta a non sentirsi soli nella propria critica al consumismo, a scambiarsi esperienze ed appoggio, a verificare le proprie scelte.

COME NASCE UN GAS?
Si comincia a parlare dell'idea degli acquisti collettivi nel proprio giro di amici, e se si trovano altri interessati si forma il gruppo. Insieme ci si occupa di ricercare nella zona piccoli produttori rispettosi dell'uomo e  dell'ambiente, di raccogliere gli ordini tra chi aderisce, di acquistare i prodotti e distribuirli... e si parte


CRITERI SOLIDALI PER LA SCELTA DEI PRODOTTI

- Prodotti locali
Per ridurre l'inquinamento e lo spreco energetico dovuti al trasporto della merce su e giù per il pianeta (e viaggiando di meno, arriva più fresca e non richiede conservanti!) si possono conoscere i produttori, verificare il loro comportamento, apprezzare la storia di ogni prodotto.

- Piccoli produttori
Perché è più facile conoscerli e perché lavorano con più intensità di manodopera che non di capitale: così i soldi che si spendono finanziano l'occupazione, e non gli azionisti.

- Prodotti biologici e naturali
Perché non utilizzano pesticidi, diserbanti, concimi chimici, che inquinano e consumano energia, perché rispettano la terra. Così possiamo anche mangiare cose naturali, recuperandone i sapori.

- Attenzione alle condizioni di lavoro
L'economia nell'era della globalizzazione é una corsa verso il fondo delle condizioni di lavoro; le multinazionali spostano la produzione dove i costi sono più bassi, la manodopera é sottopagata e i lavoratori non hanno diritti: preferire i prodotti senza sfruttamento significa aiutare a regolare il mercato del lavoro.

- Cultura della convivialità
La partecipazione è forse l'elemento più significativo dei Gruppi di Acquisto Solidali. Permette di realizzare una concezione dell'economia più vicina alle esigenze reali dell'uomo e dell'ambiente, formulando un'etica del consumare in modo critico, che unisce le persone invece di dividerle, che mette in comune tempo e risorse invece di tenerli separati, che porta alla condivisione invece di rinchiudere ciascuno nel proprio mondo, che crea un clima di reciproca fiducia.


Vai all'inizio della pagina